L’impatto ambientale della decentralizzazione e le mining fees

Ethereum Gas Fee e nuovo ATH

In concomitanza con la transazione fatta dalla whale, l’aumento dei prezzi di Ether è arrivato a superare i $ 2.000 stabilendo un nuovo massimo storico di $ 2,152. Per fare in modo che la transazione avvenga, è stata pagata una commission fee pari a 0,0205 ETH, poco più di $ 43 al prezzo attuale di Ethereum, $ 2,113.

Le commissioni pagate ai miners per eseguire le transazioni, sono dinamiche ed operano in un mercato in stile asta. La congestione della rete e la disponibilità dei miners determinano la commissione quotata in un dato momento, piuttosto che il valore di una transazione.

Lo smartcontract Compound ha ricevuto ieri anche altri 298,7 ETH, poco più di $ 627.000, da un altro wallet sconosciuto e 13.000 ETH (oltre $ 27 milioni) quattro giorni fa. Il suo saldo attuale è di 2.389 ETH, con un controvalore odierno pari a $ 5 miliardi.

Il mittente, di solito scambia stablecoin, non ETH.

SEC vs RIPPLE

La causa, intentata contro Ripple a dicembre, afferma che quest’ultima abbia raccolto $ 1,3 miliardi vendendo XRP in offerte di titoli non autorizzati. Ripple, una società di pagamenti creata dai founder di XRP Chris Larsen e Brad Garlinghouse, che funziona un po’ come la banca centrale di XRP.

Il 31 marzo, un giudice di New York ha accolto la mozione di Ripple di secretare temporaneamente quattro documenti e ha ordinato a Ripple e alla SEC di concordare i termini entro il 2 aprile. Gli avvocati di Ripple sono riusciti a convincere il giudice a concedere l’eliminazione di due scambi di email .

La prima è un’e-mail tra il CEO di Ripple Brad Garlinghouse e una persona anonima su Rippleworks, la divisione VC senza scopo di lucro dell’azienda. Il secondo è tra parti anonime che discutono della percezione pubblica di XRP e del controllo di Ripple su di essa.

Scopri di più: Il nodo è nel modo

Ripple non ha raggiunto un accordo invece su altri due documenti secondo quanto dichiarato dal legale di Ripple, Andrew Ceresney. La SEC non vuole che Ripple nasconda uno scambio di e-mail che contiene le informazioni finanziarie personali del co-fondatore Chris Larsen, né una che condivide la strategia dell’azienda con investitori privati.

L’impatto ambientale della decentralizzazione

Il consumo di energia di Bitcoin è cresciuto costantemente in linea con il boom del prezzo sottostante dell’asset. Secondo le stime dell’Università di Cambridge, la rete Bitcoin consuma da qualche parte nella regione di 130 terawattora all’anno, o circa la stessa quantità di energia utilizzata dall’Argentina. Il consumo di Bitcoin è raddoppiato in meno di sei mesi poiché più miner competono per i premi stabiliti dalla rete.

Ma più recentemente, l’esplosione nell’acquisto e nella vendita di NFT ha portato altre blockchain sotto i riflettori delle emissioni di carbonio.

Secondo Digiconomist, Ethereum, la blockchain utilizzata dalla maggior parte degli NFT, consuma quasi 30 terawattora all’anno. Questo ha messo il consumo della rete alla pari di un paese come il Bahrein.

Nonostante le critiche queste di fatto al momento non hanno alcun fondamento, secondo il Center for Alternative Finance dell’Università di Cambridge , circa il 40% dell’energia impiegata in Bitcoin proviene da fonti rinnovabili.

Scopri di più: Scrypta blockchain architechture

Se confrontato con le più grandi economie del mondo, Bitcoin è sorprendentemente green. Secondo la Banca mondiale, l’Unione Europea ricava solo il 18% del proprio fabbisogno energetico da fonti rinnovabili, mentre gli Stati Uniti producono solo il 10% da fonti eoliche, solari e altre come l’idroelettrico.

Nonostante ciò, è ancora necessario fare di più per ridurre il consumo di energia proveniente da combustibili fossili. Una di queste soluzioni è limitare l’utilizzo di energia non rinnovabile o quello di fare scelte che non comprendano enormi sforzi energetici così come avviene in scryptachain.

I protocolli di Proof of Stake infatti sono meno energivori di quelli Proof Of Work.

Seguici e contattaci su i nostri social

Adaptive Blockchain